Gestore e operatore? I dubbi restano

In data 25/05/2018 , la nostra Associazione ha formulato un quesito ufficiale alla Direzione Generale delle Politiche Sociali di Regione Lombardia per chiarire un aspetto a nostro avviso molto importante cioè:

 

IL GESTORE o LEGALE RAPPRESENTANTE , può in prima persona fornire assistenza o deve anch'esso effettuare corsi di formazione specifici? 

 

La risposta di Regione non si è fatta attendere , ma non è così sibillina ed inconfutabile come avremmo voluto , analizziamo più nello specifico : 

 

Con rifermento alla vostra nota del 25.05.2018, pervenuta alla scrivente Struttura il 28.05.2018 rotn. J1. 0010545, si evidenzia che il Gestore o il Legale Rappresentante, fermo restando che, per il personale di assistenza tutelare che turna nell’arco delle 24 ore è previsto innanzitutto il requisito di documentata esperienza lavorativa continuativa, almeno biennale, in ambito sociale o sociosanitario, specificatamente rivolta a persone anziane, potrebbe eventualmente frequentare i corsi che prevedono un monte ore minimo di 160 ore e, per non incorrere in sanzioni, dimostrare l’avvenuta iscrizione al corso entro i cinque mesi previsti dalla dgr n. 44 del 23.04.2018.

Per esercitare la professionalità di ASA/OSS, è invece indispensabile aver già acquisito tale qualifica, mentre non occorre l’esperienza almeno biennale in ambito sociale o sociosanitario specificatamente

rivolta a persone anziane. Ovviamente tutto ciò può avvenire solo nel pieno rispetto dei CCNL (cioè non superare il n. di ore giornaliere/settimanali consentite, ecc…) e deve essere sempre tracciata la presenza per specifica funzione esercitata. Ciò deve essere verificabile dall’organigramma e funzionigramma del personale eventualmente incrociabile con il sistema di rilevazione delle presenze degli operatori in turno.

 

La lettura del testo in se produce più di un dubbio legittimo , ma l'analisi della punteggiatura utilizzata e quindi ( parte in grassetto ) la risposta specifica, lasciano aperta la possibilità alla Vigilanza ATS di sanzionare a piacimento un'eventuale inserimento in organigramma e funzionigramma di un gestore che non ha frequentato il corso di formazione citato. 

 

Fermo restando che l'Associazione promuove l'azione di formazione da parte dei gestori , per garantire una qualità di lavoro migliore, approfondirà in seguito con specifici incontri questo tema, ma ad oggi sostiene con fermezza che in caso di sanzioni da parte della Vigilanza per questa specificità , si possa procedere con un ricorso legittimo all'autorità. 

 

Ricapitolando : UN GESTORE può anche essere OPERATORE senza aver effettuato un corso di formazione ? ad oggi , nonostante il quesito la risposta non è chiara e fino ad allora l'Associazione consiglia di procedere alla pre-iscrizione entro i termini citati , ma di procedere ad eventuale ricorso in caso di sanzione. 

 

restiamo a Vostra disposizione nell'area contatti