Post con il tag: "(nuova unità d'offerta)"



Il segnale di ripresa passa anche da qui: inaugurata VILLA ALESSANDRO a Magherno (PV) in una giornata ricca di buon umore e di grandi aspettative del territorio verso questa nuova unità d'offerta C.A.S.A. << Questo tipo di comunità garantisce il diritto ad un progetto di vita dell'Anziano in quanto portatore di storia e della nostra Nazione >> Queste sono le parole usate dal Presidente Nazionale di A.I.R.A. che ha partecipato attivamente al progetto di realizzazione della struttura di Magherno
In data 25/05/2018 , la nostra Associazione ha formulato un quesito ufficiale alla Direzione Generale delle Politiche Sociali di Regione Lombardia per chiarire un aspetto a nostro avviso molto importante cioè: IL GESTORE o LEGALE RAPPRESENTANTE , può in prima persona fornire assistenza o deve anch'esso effettuare corsi di formazione specifici?
il Direttivo di A.I.R.A. nei mesi precedenti ha condotto un'importante trattativa con i vertici Regionali per promuovere una PROROGA alle tempistiche previste dalla Delibera Regionale 7776/2018 che ha sancito l'entrata in vigore della nuova U.D.O. denominata Comunità Alloggio Sociale per Anziani.
Chi sono questi operatori? I dati in possesso di AIRA ( Associazione Italiana Residenze per Anziani ) parlano di un numero superiore ai 700 operatori , che prestano il proprio servizio nel territorio Lombardo , quasi esclusivamente donne, madri di famiglia. Sono personale normalmente senza una qualifica specifica ( OSS / ASA ) che operano forti delle esperienze pregresse , personali o lavorative , in contesti di tipo familiare di piccole strutture.
ntro il 24 Marzo 2018 tutte le strutture ex Case Famiglia e Sperimentali (L.3/2008) dovranno presentare una Comunicazione Preventiva D'Esercizio per adeguarsi alle nuove indicazioni della Delibera 7776 / 2018 che accorperà tutte queste tipologie in un'unica UNITA' D'OFFERTA SOCIALE (U.D.O.). Gli imprenditori dovranno presentare la C.P.E. ai sensi del Decreto del Direttore Generale n.1254 del 15/02/2010 ai propri Comuni di appartenenza e per conoscenza alle relative ATS